Della serie: buongiorno!

Piccola selezione non casuale da Televideo Rai del 01/07/2009

G8 Genova,Pm: 2 anni per De Gennaro

Il pm di Genova Zucca ha concluso la requisitoria nel processo con rito abbreviato nei confronti dell’ex capo della Polizia, De Gennaro, chiedendo una condanna a due anni per istigazione alla falsa testimonianza.

Scajola: no a stillicidio dati Istat

Una riforma della comunicazione dell’Istat per migliorare l’atteggiamento psicologico verso la crisi. La propone il ministro dello Sviluppo economico, Scajola, affermando: “Anche l’Istat, se decidesse di diffondere i dati ogni tre mesi e tutti insieme,sarebbe meglio che fare uno spezzatino”.
“I dati ripetuti quotidianamente – avverte – possono fare un danno allo sviluppo del nostro Paese”. E punta il dito anche sui “soloni che attraverso istituzioni private danno ancora altri dati”. Serve “ottimismo ragionato”, dice.

Ddl sviluppo, via libera Aula Camera

L’Aula della Camera ha approvato il disegno di legge Sviluppo. […] Tra le principali misure previste nel Ddl ci sono: il ritorno dell’Italia al nucleare, l’arrivo della class action e il ripristino dei fondi per l’editoria.

Ddl sicurezza, governo chiede fiducia

Il governo chiede il voto di fiducia al Senato sul disegno di legge sulla sicurezza. “Il governo -precisa Vito parlando a Palazzo Madama- attribuisce grande importanza a questo provvedimento”. Così il ministro per i Rapporti con il Parlamento chiede “la fiducia sull’approvazione di ciascuno dei tre articoli del Ddl nel testo approvato dalla Camera”.
Il Senato, prima della richiesta della fiducia, ha respinto con un solo voto tutte le 22 eccezioni di costituzionalità presentate dalle opposizioni.

E alla fine: BUONASERA!

FrancescoV

La situazione è grave ma non è seria!

Ma dico io: tutto i mondo sta cercando di reagire ad una crisi economica definita come la più grave dopo (forse) quella del ’29 del secolo scorso.
gli stati dell’America Centrale pensano ad una moneta unica per unire le risorse monetarie disponibili. Negli USA si pensa di finanziare pesantemente l’industria automobilistica, di nazionalizzare (anche se non lo chiamano così) industrie e banche, di ricostruire la sanità pubblica, di intervenire per salvare i cittadini che non riescono a smaltire i debiti accumulati; di investire sull’energia e l’auto sostenibili per riconvertire l’industria rilanciandola.
La Cina investe cifre enormi per il sostegno del mercato interno, forse anche per sostenere i creditori degli USA che in questo periodo non se la passano molto bene!
L’Europa vuole investire sulla riduzione dei gas di serra (Kyoto) e sulle infrastrutture a più basso impatto. Tutti i capi di stato ed i governi si sbattono da mesi cercando soluzioni per uscire dalla crisi, ridurne l’impatto, o almeno limitarne al massimo la durata.

Bene. A fronte di tutto ciò il governo italiano cosa propone?

  1. Tagli nei rinnovi contrattuali, mancati rinnovi dei precari, riduzione drastica del personale nella Pubblica Amministrazione (quella dei fannulloni: presente?).
  2. Tagli alla scuola pubblica ed alla ricerca (i 120 milioni per le private si trovano immediatamente dopo una dichiarazione – non contestazione: solo dichiarazione! – del clero).
  3. Garanzia a fondo perduto per le banche che parallelamente si continuano a definire assolutamente sane. Ma allora: se sono sane perchè aiutarle? E perchè a spese “mie”? Ed anche fosse, perchè senza averne nulla in cambio?!
  4. 40 euri al mese per i poverissimi (in tale categoria bisogna rientrare per ottenerli) distribuiti tramite mastercard che minimo minimo se ne beccherà 5 per ogni 40 che distribuisce!
  5. Eliminazione dell’ICI per i più ricchi e taglio dei bilanci sociali dei comuni
  6. Aumento dell’IVA per Sky: unica forma di “tassazione del superfluo” che è stata varata

Secondo il nostro Cavaliere Presidente del Consiglio dei Ministri, dotato della più bulgara delle maggioranze mai vista dalla liberazione ad oggi, le banche sono sane, le aziende hanno fortissime potenzialità, la grande industria non ha problemi (vediamo cosa farà l’auto europea di fronte ai giganti americani sovvenzionati dal governo!), i cittadini dovrebbero spendere di più, anzi: non capisce perchè non spendano già di più!.
C’è solo un problema di “catastrofismo della sinistra” (quei comunisti di Confcommercio, Unindustria, ABI, ecc.) che a forza di gridare alla crisi ha spinto i consumatori a non consumare ammucchiando pacchi di banconote di grosso taglio nei materassi.

Avrei un consiglio. Considerato che lui la crisi non riesce a vederla (al contrario del resto del mondo) e che l’unica risposta che ritiene si debba dare è una bella ondata di ottimismo, se ne torni a fare il padrone di televisioni, ne riprenda le redini e le usi per spargere ottimismo e voglia di svuotare i materassi agli italiani.
E lasci il governo a chi invece la crisi la vede (come il resto del mondo) e che ritiene ci siano della misure da prendere urgentemente.
Per carità: non dico la nostra sinistra, che pare non se ne sia proprio accorta della crisi, troppo impegnata a capire se sia lecito o meno mantenere l’alleanza con quell’eversivo di Di Pietro, oppure a cercare metodi innovativi per uscire definitivamente da tutte le istituzioni e riconquistare l’egemonia culturale passando per l’Isola dei Famosi.
Ci sono altri mezzi ed altre strade:

  1. potremmo dichiarare guerra agli USA, farci conquistare e governare da Obama.
  2. potremmo fare un referendum per chiedere l’unificazione con la Germania o la Francia.
  3. potremmo creare uno stato federale del Mediterraneo insieme a Marocco, Algeria, Tunisia, Libano, ecc… Noi mettiamo le competenze tecniche e loro le materie prime e facciamo uno stato serio. Accontentiamo pure Bossi e Maroni con una moratoria sulle moschee… le chiese, le sinagoghe, le pagode e con i soldi risparmiati costriamo case popolari

Ma almeno proviamo a fare qualcosa no?!

 

FrancescoV

Ma? Ci hanno venduto mica l’acqua? No perché… io non ho sentito né letto nulla….

Parliamo del Decreto legge “tremonti” DL 112/208 , che all’articolo 23 – bis (Servizi Pubblici di rilevanza economica) che citiamo in stralcio:
1. Le disposizioni del presente articolo disciplinano l’affidamento e la gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica, in applicazione della disciplina comunitaria e al fine di favorire la più ampia diffusione dei princìpi di concorrenza, di libertà di stabilimento e di libera prestazione dei servizi di tutti gli operatori economici interessati alla gestione di servizi di interesse generale in ambito locale…..
(N.d.r. ce li vendiamo ai privati…. )

2. Il conferimento della gestione dei servizi pubblici locali avviene, in via ordinaria, a favore di imprenditori o di società in qualunque forma costituite individuati mediante procedure competitive ad evidenza pubblica….
5. Ferma restando la proprietà pubblica delle reti, la loro gestione può essere affidata a soggetti privati.
(N.d.r. si ribadisce, se non fosse abbastanza chiaro!)

10….
d) … l’affidamento di tutti i servizi pubblici locali di rilevanza economica in materia di rifiuti, trasporti, energia elettrica e gas, nonché in materia di acqua;

SI! CI HANNO VENDUTO ANCHE L’ACQUA! E … SI! NON L’HANNO PUBBLICIZZATO GRANCHE’, NE’ MAGGIORANZA NE’ OPPOSIZIONE MI SA…

P.s.
Se qualcuno volesse andare a dare un’occhiata di persona gli estremi sono questi:
Decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112
Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 147 del 25 giugno 2008 – Suppl. Ordinario n.152/L
“Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione Tributaria”

micp